Fai spazio al nuovo con il decluttering

Fai spazio al nuovo con il decluttering

I miei articoli possono contenere link affiliati sui quali potrei ricevere una commissione sui prodotti che acquisterai in seguito ad un mio consiglio. In ogni caso per te il prezzo resterà uguale. Ti consiglierò sempre e solo prodotti di cui ho fiducia.


Inizia un nuovo anno!

Un nuovo inizio di solito porta tanta voglia di fare cose nuove, di acquisire nuove buone abitudini e tanta energia. Io di solito sono sempre particolarmente carica quando ci sono nuovi inizi e adoro fare la mia lista di cose che vorrei realizzare. 

Ho acquistato la nuova agenda per il nuovo anno e sono prontissima ad iniziare a scriverla con tantissimo entusiasmo.

Ogni inizio è davvero motivante, ma ti invito a fare una riflessione… hai spazio per accogliere tutto il bello a cui stai pensando?

Non parlo solo di spazio fisico ovvero oggetti, ma anche di spazio mentale, pensieri emozioni ecc.

Penso che per accogliere il nuovo sia importantissimo liberare spazio.

Come? Iniziando con un bel decluttering. 

Il decluttering è un processo che non solo libera spazio fisico, ma anche mentale.

In questo post, voglio proporti un approccio molto pratico al decluttering per renderlo più giocoso: una settimana dedicata a liberare spazio intorno a te!

Perché fare decluttering?

Il decluttering va oltre la semplice pulizia di casa, non è un sistema di riordino. 

Liberarsi degli oggetti inutili riduce lo stress, migliora la concentrazione e stimola la creatività. Avendo meno cose a cui pensare, meno cose da riordinare, meno cose da pulire avrai più tempo per quello che conta davvero.

Inoltre, donare o riciclare oggetti non necessari è rispettoso dell’ambiente e può portare benefici a chi ne ha bisogno.

L’approccio al decluttering con “Un Passo al Giorno”

Spesso mi capita di partire con le migliori intenzioni e poi rinunciare prima ancora di iniziare perché solo l’idea mi crea ansia. Tipo: decido di fare decluttering nell’armadio, lo apro lo guardo e lo richiudo immediatamente,  perché mi sembra troppo da affrontare. Capita anche a te?

Per superare questo tipo di blocco ti propongo un metodo davvero semplice. 

Dedicati ad uno spazio preciso al giorno per una settimana

La bellezza di questa strategia è nella sua semplicità. Invece di affrontare una mole massiccia di cose da selezionare in una sola volta, concentrati su un piccolo passo al giorno. Questo rende il lavoro più gestibile nel lungo periodo ed anche più divertente.

Ti assicuro che poi non ti fermerei ad un unico oggetto al giorno perché “già che ci sono …”

Attenzione però, per non perderti, devi avere un preciso piano di azione, ovvero devi sapere:

  • cosa fare
  • quando fare

Come Iniziare: Il Calendario del Decluttering

Prenditi un appuntamento preciso con l’attività di decluttering: la prima settimana dell’anno, il primo sabato del mese, il giovedì dalle 7 alle 8 … segnati in agenda questo appuntamento e consideralo come un impegno improrogabile.

Visto che siamo ad inizio anno ti propongo una settimana dedicata al decluttering.

Procurati 3 grandi scatoloni per gli oggetti da Buttare (ricordati di differenziare), Donare, Vendere ed un timer (anche quello del cellulare) che ti aiuterà a rimanere focalizzata.

Giorno 1: Decluttering superfici visibili

Dedica il primo giorno a liberare dal superfluo le superfici della casa.

Attiva il timer, decidi quanto tempo vuoi dedicare al decluttering oggi e fai partire il tempo. Anche solo 10 minuti (sai quante cose si possono fare in 10 minuti?). Parti di getto, oggi è la prima giornata serve come riscaldamento! 

Passa il piano della cucina e del salotto dove troverai sicuramente qualche volantino, scontrino, rivista che sono lì a prendere polvere. 

Anche le superfici del bagno di solito riservano sempre qualche sorpresa dal rotolo di carta igienica finito, alla bottiglietta di profumo o deodorante esaurito, per non parlare degli elastici slabrati o forcine rovinate.

Dedicati ai comodini e cassettiere dove anche qui troverai sicuramente qualche oggetto che non ti serve più, io dal mio comodino ho eliminato un portafoto sbeccato e un paio di occhiali con lenti non più adatte a me …  

Giorno 2: Decluttering camera da Letto

Questa stanza è particolarmente importante perchè è dove ci riposiamo. Armadio, comodino e cassettiera sono le principali fonti di accumulo di oggetti.

L’armadio merita sicuramente un capitolo a parte, per cui ti suggerisco di iniziare con categorie di oggetti più veloci, tipo i bijoux, le pochette, i soprammobili.

Seleziona la biancheria da letto, potrebbe essere l’occasione giusta per eliminare qualche lenzuolo o coperta rovinato.

Giorno 3: Decluttering Bagno

Dai un’occhiata al tuo bagno. 

Sbarazzati di vecchi cosmetici, asciugamani logori o prodotti che non usi. Troverai sicuramente campioncini che sono lì da anni o spazzole rotte. Cerchietti e fermagli che non indossi più. Una volta eliminato il superfluo puoi cogliere l’occasione per riorganizzare il mobiletto del bagno.

Giorno 4: Decluttering Cucina

Controlla la tua dispensa e il frigorifero. Elimina cibo scaduto o prodotti che non hai intenzione di consumare. E’ l’occasione giusta per gettare le pentole rovinate, i contenitori senza coperchio, tazze e tazzine sbeccate o spaiate. Analizza i canovacci, c’è qualcuno da eliminare?

Giorno 5: Decluttering libri e Riviste

Dona i libri che non hai intenzione di rileggere (o che non hai mai letto) e libera spazio per nuove letture. Sono sicura che sulla libreria troverai anche qualche ninnolo, vecchie bomboniere, porta candele, profumatori che non sono più adatti al tuo arredamento e che è ora di eliminare.

Giorno 6: Decluttering Elettronica

Elimina vecchi dispositivi elettronici o cavi che non usi più. In passato tenevo sempre i telefoni che dismettevo un po’ per paura che qualcuno riuscisse ad aprirli e recuperare dati e accessi un po’ per tenere un ricordo … ma poi mi sono decisa a buttare tutto nell’apposito spazio dell’eco-centro. Ho tenuto però i cavetti ed i caricabatteria perchè effettivamente si possono usare anche su telefoni diversi … ora però è arrivato il momento di fare una bella selezione anche di questi!

Ricordati di riciclare in modo responsabile, le isole ecologiche sono il luogo perfetto.

Giorno 7: Decluttering Scrivania

Focalizzati sulla tua area di lavoro. Avere uno spazio di lavoro sgombro aiuta la concentrazione e la produttività.

Elimina carta inutile, penne che non funzionano e qualsiasi oggetto che non contribuisca alla tua produttività. Se ti interessa approfondire questo tema ti suggerisco il mio post: “Come organizzare la scrivania e mantenerla ordinata in 4 step“.

Consigli Utili per fare spazio al nuovo con il decluttering:

Sii Onesta con Te Stessa: Chiediti se ogni oggetto è veramente necessario o se lo stai tenendo solo “perché non si sa mai”.

Ricompensati: Dopo ogni giorno o sessione di decluttering, prenditi il tempo per apprezzare il progresso che hai fatto. Una piccola ricompensa come un cioccolatino, una tisana o un bel bagno rilassante, può essere un ottimo motivatore per continuare il giorno successivo

Coinvolgi la Famiglia:  Coinvolgere gli altri può rendere il processo divertente e meno solitario. Organizza una sessione di decluttering insieme agli altri componenti della famiglia proponendo una sorta di sfida a chi elimina più oggetti dal proprio spazio… sarà anche un’ottima occasione di riordino!!!

Continua nel Tempo: Dopo i primi sette giorni, fai un bilancio del lavoro che hai fatto e impegnati a continuare con anche solo 5 minuti al giorno.

Inizia il nuovo anno con una casa e una mente più leggere. Il decluttering quotidiano è una strategia che ti aiuterà a raggiungere questo obiettivo in modo sostenibile e senza stress. 


Risorse (libri) Utili:

Paola Bertoni

Ciao!

sono Paola, nella vita faccio la mamma, la moglie, la manager e … la blogger!

in questo spazio condivido idee e consigli per organizzare al meglio tempo e spazio. Vuoi sapere qualcosa in più? Continua a leggere

Calendario dell’avvento dell’organizzazione: 24+1 azioni da fare entro Natale

Calendario dell’avvento dell’organizzazione: 24+1 azioni da fare entro Natale

I miei articoli possono contenere link affiliati sui quali potrei ricevere una commissione sui prodotti che acquisterai in seguito ad un mio consiglio. In ogni caso per te il prezzo resterà uguale. Ti consiglierò sempre e solo prodotti di cui ho fiducia.


Perché ho pensato di creare un mio personale calendario dell’avvento dell’organizzazione?

Proprio perché quando arriva il mese di dicembre, comincia la corsa al Natale: regali, addobbi, feste, abbuffate …

Senza contare tutte le scadenze lavorative visto che si chiude anche l’anno!

A me piace molto vivere questo periodo dell’anno, perché mi rende felice vedere luci, colori e le città che si accendono.

Eppure ogni anno mi ritrovo quasi alla vigilia di Natale con un sacco di cose da fare e un po’ di affanno. In modo particolare negli ultimi anni, rimango sempre indietro con gli addobbi della casa. L’anno scorso, ad esempio, abbiamo allestito l’albero di Natale il 24 dicembre!!!

Allora ho pensato di prendere la solita lista che faccio ogni anno e di calendalizzarla in un vero e proprio calendario dell’avvento dell’organizzazione. Ho messo nero su bianco le 24+1 azioni da fare entro Natale.

Oltre a condividere questa lista con voi, sperando che a qualcuno possa essere utile, ho pensato di renderla più carina con  Canva (un programma di grafica molto versatile, gratuito e facilissimo da usare), di stamparla e appenderla sul frigorifero.

Dal 1 dicembre avrò la mia missione quotidiana.

Appendere e rendere visibile la lista ha il doppio vantaggio di averla sotto gli occhi tutti i giorni e di condividerla con la famiglia, quindi quello che non riesco a fare io può benissimo farlo qualche altro membro della famiglia.

La mia lista del calendario dell’avvento dell’organizzazione

  1. Fai la lista delle persone a cui vuoi fare un regalo, sembra banale, ma così non rischi di dimenticare qualcuno. Serve un semplice foglio di carta in cui scrivere: nome destinatario, idea regalo e budget. E soprattutto includi anche te nella lista, dopo tutto questo lavoro per gli altri ti meriti un regalo, giusto?
  2. Allestisci l’albero di Natale / presepe, coinvolgi la famiglia e se hai bimbi piccoli rendili protagonisti di questo momento.
  3. Metti una ghirlanda sulla porta di ingresso, è un segnale di benvenuto anche per chi arriva a casa tua.
  4. Scegli (e acquista) la tua agenda per il 2024, aspettiamo il Natale, ma cominciamo a strizzare l’occhio al nuovo anno. La mia preferita e insostituibile agenda è la Moleskine settimanale con spazio per le note.
  5. Decidi cosa acquistare per ogni persona a cui vuoi fare un regalo, a questo punto bisogna proprio prendere una decisione e chiudere il capitolo regali! Ps. Datti un budget preciso e cerca di rispettarlo.
  6. Scrivi il menù delle feste, in base alle tue tradizioni e organizzati per tempo, io ho risolto che a Natale il menù è più o meno sempre lo stesso … pasticcio, arrosto con verdure, panettone e bollicine! Magari noiso, ma si prepara tutto in anticipo, è collaudato e piace a tutti.
  7. Fai la lista della spesa per il menù delle feste … ti aiuterà a cogliere offerte e promozioni per risparmiare un pochino.
  8. Prepara in anticipo qualche preparazione di base, benedetti surgelatori! Io, se posso, faccio tutto doppio per cucinare il meno possibile nei giorni di festa.
  9. Scrivi un messaggio di auguri da condividere con i tuoi contatti. Si perché poi arriva il giorno di Natale e ti trovi a “riciclare” i messaggi degli altri. Basta poco per personalizzare e rendere unico il tuo augurio di Natale.
  10. Scegli il tuo outfit delle feste. Un pensiero in meno … decidere cosa indossare e magari cogliere l’occasione per acquistare qualcosa di nuovo.
  11. Prepara la playlist delle canzoni di Natale
  12. Inizia un bel libro da leggere. Se ti affascina il tema dell’organizzazione qui trovi “7 libri di organizzazione da leggere assolutamente“.
  13. Fai spazio al nuovo, un po’ di decluttering. Che sia la dispensa, il frigo, il cassetto della cucina o l’armadio, liberati di tutte quelle cose che sono superflue, non è detto che devi buttare, quale occasione migliore del Natale per donare qualcosa a chi ne ha bisogno?
  14. Prenota parrucchiera ed estetista. Quando arrivi sotto date sarà difficilissimo trovare i giorni e gli orari più adatti a te, quindi meglio “portarsi avanti”.
  15. Svuota il portafoglio da scontrini ecc. Ti suggerisco di prenderti una bustina dove riporre tutti gli scontrini che potrebbero servirti come cambio dei regali acquistati. Io li tengo nella tasca finale della mia Moleskine.
  16. Fai una bella passeggiata in mezzo alla natura
  17. Guarda un film insieme alla tua famiglia. Natale è anche e soprattutto famiglia, una serata tutti insieme sul divano o al cinema è una bella occasione per stare insieme.
  18. Riempi la dispensa di dolcetti. Un ospite improvviso, un invito dell’ultimo minuto… è Natale, viziamoci un pochino.
  19. Cucina dei biscottini golosi. Qui trovi una ricetta infallibile, facilissima e super versatile.
  20. Brucia una candela profumata. Io ne ho una meravigliosa di yankee candle che troneggia in centro alla tavola e quando la accendo fa da sola Natale.
  21. Telefona / scrivi alle persone care che non vedi da un po’
  22. Incarta i regali … anche se ti auguro di averlo già fatto …
  23. Shopping dell’ultimo minuto … non siamo mica perfetti!!!
  24. Cambio lenzuola e riordino casa. Cosa c’è di più bello di andare a dormire con lenzuola fresche e profumate e svegliarsi la mattina con la casa in ordine?
  25. Goditi le feste … e fai qualche foto, anno dopo anno è bellissimo rivivere questi momenti.

Spero che questo post ti sia stato utile, e se hai qualche suggerimento di azioni efficaci in preparazione al Natale scrivimi nei commenti.


Post correlati:

Organizzare il Mobile del Bagno per una Famiglia con Figli: Suggerimenti e Idee

Organizzare il Mobile del Bagno per una Famiglia con Figli: Suggerimenti e Idee

I miei articoli possono contenere link affiliati sui quali potrei ricevere una commissione sui prodotti che acquisterai in seguito ad un mio consiglio. In ogni caso per te il prezzo resterà uguale. Ti consiglierò sempre e solo prodotti di cui ho fiducia.


Organizzare il mobile del bagno per una famiglia con figli, richiede una combinazione di praticità, creatività e coinvolgimento dei figli stessi.

Sfruttando cestini, contenitori, etichette e altre soluzioni intelligenti, puoi creare uno spazio funzionale e ordinato che facilita la routine quotidiana di tutta la famiglia.

Inoltre, coinvolgendo i figli nell’organizzazione, stai insegnando loro abitudini importanti che li accompagneranno per tutta la vita.

Ho da poco finito di ristrutturare il bagno principale di casa mia. Ho deciso di concentrare quello che prima avevo in 2 mobiletti, uno quello classico del lavandino ed un altro che mi serviva da appoggio, in un unico mobile.

Conseguenza? Ho completamente riorganizzato lo spazio!!!

In famiglia siamo in quattro con 2 figli adolescenti per cui mantenere l’ordine è davvero un’impresa.

Ho preso carta e penna ho disegnato su un foglio il mobile ed ho diviso idealmente gli spazi cercando di sfruttare ogni cm del nuovo mobile che è composto da 2 cassettoni.

Come ho organizzato il mobile del mio bagno

Il piano del lavabo strizza l’occhio all’estetica ed alla funzionalità. Ho cercato di scegliere accessori che fossero in armonia con i colori ed il mood del bagno. è dedicato a:

  • spazzolini e dentifricio,
  • sapone mani,
  • profumatore bagno
  • cestino con i deodorati e profumi

Il primo cassetto del mobile del bagno è destinato agli oggetti di uso quotidiano:

metà di questo cassetto è per le donne di casa (io e mia figlia) e contiene:

  • Spazzola e pettini
  • Elastici e fermagli
  • Trucchi
  • Creme e struccanti

l’altra metà del primo cassetto è per gli uomini (mio marito e mio figlio) e contiene:

  • Accessori barba
  • Gel capelli
  • Creme varie

Il secondo cassetto del mobile del bagno invece contiene:

  • gli apparecchi elettrici, tipo phon e piastra
  • Carta igienica, assorbenti
  • Scorte di prodotto (spazzolini, dentifricio, deodoranti ecc

Linee guida per organizzare il mobile del bagno se hai figli

In generale per organizzare il tuo mobile del bagno tieni in considerazione questi 5 aspetti.

1. Prendi in Considerazione le Diverse Altezze.

Nel momento in cui organizzi il mobile del bagno, tieni presente che i tuoi figli potrebbero avere diverse altezze. Assicurati che gli oggetti essenziali siano accessibili sia per gli adulti che per i bambini. Ad esempio, puoi riservare uno scaffale inferiore per i prodotti per la cura personale dei bambini, in modo che possano raggiungerli facilmente in maniera autonoma.

2. Scegli Contenitori funzionali.

L’utilizzo di contenitori trasparenti e etichettati per riporre articoli come spazzolini da denti, pettini, forbici per unghie e salviette, rende più semplice sia per i bambini che per gli adulti trovare ciò di cui hanno bisogno senza dover cercare a lungo.

Personalmente preferisco usare contenitori senza coperchio perché così sono molto più accessibili, infatti anche la semplice operazione di aprire il coperchio di una scatola potrebbe scoraggiare a rimettere le cose al loro posto.

Insegna ai tuoi figli l’importanza di mantenere l’ordine coinvolgendoli nel processo di riposizionamento degli oggetti al loro posto. Questo non solo riduce il disordine, ma insegna loro anche abitudini di organizzazione fin da piccoli. (i miei figli purtroppo sembra lo facciano apposta a lascare tutto in giro :-(!

3. Separa i Prodotti in categorie omogenee:  

Oltre a dividere il contenuto del mobile del bagno in categorie omogenee (prodotti viso, cura e accessori capelli, barba ecc), ti suggerisco di creare uno spazio delimitato per ogni categoria.

Questo può aiutare a evitare confusione e rendere più agevole l’accesso ai prodotti giusti. Potresti considerare di utilizzare scaffali o cassetti diversi per separare i prodotti per la cura personale dei grandi e dei piccoli o di ciascun membro della famiglia.

Ma attenzione ai duplicati, per cui le cose che si utilizzano in comune è meglio che abbiano un unico posto dove essere riposte.

4. Utilizza Ganci e Portasciugamani Aggiuntivi:

Con bambini e ragazzi in casa, il numero di asciugamani e accappatoi in uso può aumentare notevolmente. Installare ganci e portasciugamani aggiuntivi può aiutare a mantenere l’ordine e a garantire che gli asciugamani siano sempre a portata di mano.

Io uso dei semplicissimi ganci da attaccare al termo arredo perchè sono davvero comodi, stessa cosa per quelli da attaccare dietro la porta.

5. Scegli cassetti o Cesti funzionali:

L’utilizzo di cestini e contenitori è un modo efficace per separare e organizzare gli oggetti nel mobile del bagno ed anche la stanza. Considera l’idea di avere un cestino per gli indumenti sporchi oppure uno per i giocattoli da bagno dei bambini.

Nel mio bagno ho 2 cestoni uno bianco per la i panni chiari ed uno nero per i panni scuri in modo che quando devo fare la latrice non devo ulteriormente separare gli indumenti.

In definitiva, l’organizzazione del mobile del bagno per una famiglia con figli richiede una combinazione di praticità e creatività. Pensa a soluzioni che semplifichino la vita di tutti i membri della famiglia e che promuovano abitudini di organizzazione fin dall’infanzia. Con un po’ di pianificazione e cura, il vostro bagno può diventare uno spazio funzionale e ordinato che soddisfa le esigenze di tutta la famiglia

Come scegliere i tuoi oggetti essenziali in vacanza

Come scegliere i tuoi oggetti essenziali in vacanza

I miei articoli possono contenere link affiliati sui quali potrei ricevere una commissione sui prodotti che acquisterai in seguito ad un mio consiglio. In ogni caso per te il prezzo resterà uguale. Ti consiglierò sempre e solo prodotti di cui ho fiducia.


Quando si parte per le vacanze è molto importante avere con sé i propri oggetti essenziali in vacanza. Un pizzico di organizzazione infatti ti aiuterà a trascorrere delle splendide vacanze.

Immagino che sia capitato anche a te di arrivare nella destinazione della tua vacanza e accorgerti di aver dimenticato qualcosa o, al contrario, di aver portato troppe cose, aumentando inutilmente il peso del bagaglio e lo spazio occupato.

Nel post dedicato alla preparazione della valigia ti ho dato alcuni suggerimenti su come organizzare e ottimizzare il bagaglio da portare con te in vacanza.

In questo post invece, voglio condividere con te alcune riflessioni sul concetto di vacanza e, di conseguenza, di come scegliere gli oggetti essenziali in vacanza da portare con sé.

Infatti lo stile di vacanza che scegli rispecchia sicuramente il tuo modo di essere.

Ti piace una vacanza in totale relax e informale? Allora difficilmente ti servirà portare un abito di gala. Sei attratta dalla scoperta e dall’avventura? E allora non potrai partire senza scarpe comode!

Prova quindi a scrivere quali sono le parole, o meglio gli aggettivi, che caratterizzano la tua vacanza e per ognuno associa un oggetto che lo rappresenta. In questo modo avrai trovato i tuoi oggetti essenziali in vacanza.

Vediamo insieme un esempio.

I miei oggetti essenziali in vacanza

Io associo le vacanze a queste 5 parole: Relax, Esperienza, Comodità, Imprevisti, Praticità

Relax

La vacanza per me è soprattutto relax, staccare dalla quotidianità e dedicare del tempo a me stessa ed alla mia famiglia.

Per questo motivo non potrei mai partire senza un bel libro da leggere.

Può essere un romanzo, un triller o un manuale, dipende dalla situazione e dallo stato d’animo del momento. In genere ho sempre nel mio Kindle diversi titoli da leggere.

Ormai da diversi anni utilizzo il kindle. È un dispositivo comodissimo perché occupa poco spazio e può contenere tantissimi titoli. Quindi risponde perfettamente al mio mantra di partire leggera.

Sono iscritta ad Amazon Prime e quindi posso accedere a centinaia di titoli compresi nell’abbonamento, quindi è anche economico!!!

Un terzo aspetto è che per leggere devo indossare gli occhiali da vista, ma con il Kindle potendo ingrandire il carattere, posso leggere senza sforzo anche senza occhiali.  

Esperienza

La vacanza è esperienza.

Luoghi, sapori, odori che sperimenti in luoghi che non sono quelli tuoi abituali. Puoi catturare l’attimo con una foto o un video, ma a me piace scegliere per le mie vacanze un taccuino in cui annotare tutto quello che mi serve per ricordare l’esperienza che ho vissuto. Pensieri in libertà, riflessioni o idee che solo una vacanza sa tirare fuori.

Generalmente nei miei taccuini, che sono piccoli e leggeri, annoto le ricette dei piatti che assaggio. Anche se devo ammettere che rifatti a casa non hanno mai lo stesso sapore.

Se sei abituata ad usare un’agenda cartacea e, come me, durante le vacanze la usi poco, puoi dedicare quelle pagine alle annotazioni delle vacanze. Nel post Idee per usare l’agenda in vacanza puoi trovare qualche suggerimenti su come usare l’agenda in vacanza.

Comodità

Un altro aggettivo che associo alle vacanze è comodità. E quindi … scarpe comode! Le scarpe ti accompagnano nella scoperta dei luoghi della tua vacanza. Quindi porta con te scarpe comode con cui poter fare lunghe passeggiate senza costrizioni, mal di piedi o vesciche. Non c’è cosa peggiore di avere male ai piedi in vacanza!!!  

Imprevisti

Imprevisti, fanno parte della vita e a maggior ragione in vacanza puoi trovarti a fronteggiare tante situazioni impreviste. Io associo a queste situazioni il foulard o la pashmina. Non mancano mai nella mia valigia, sono fondamentali in mille situazioni. Il foulard ti ripara in caso di vento o mal di gola. Lo puoi mettere in testa per fare un’acconciatura o semplicemente per ripararti dal sole o per entrare in un luogo di culto. È una cintura perfetta per dare un tocco originale ad un outfit molto semplice. Lo puoi usare come pareo al mare o come top ad una festa. Insomma il foulard occupa davvero pochissimo spazio e risolve infinite situazioni. Provare per credere!

Praticità

La parola che forse è più ricorrente nelle mie vacanze è praticità, intesa come capacità di adattarsi alle situazioni. E il mio quinto oggetto essenziale in vacanza è una borsa (shopper) in tessuto. Perché è pratica? Perché la metti in valigia e occupa poco spazio. Può fungere da borsa da spiaggia, o da shopper per fare la spesa. Può servirti come bagaglio aggiuntivo per contenere qualche oggetto che hai acquistato che non ti sta in valigia.   

Nel mio cassetto ne ho tante, di diverse dimensioni e consistenze e in genere nelle mie vacanze ne porto almeno un paio … non si sa mai!

Quindi ricapitolando i miei 5 oggetti essenziali in vacanza sono: il Kindle, un taccuino, scarpe comode, foulard o pashmina, shopper in tessuto.

E tu a cosa non puoi rinunciare in vacanza?


Se ti è piaciuto questo post, potrebbero interessanti anche:

The form you have selected does not exist.

Paola Bertoni

Ciao!

sono Paola, nella vita faccio la mamma, la moglie, la manager e … la blogger!

in questo spazio condivido idee e consigli per organizzare al meglio tempo e spazio. Vuoi sapere qualcosa in più? Continua a leggere

10 consigli per preparare la valigia delle vacanze

10 consigli per preparare la valigia delle vacanze

I miei articoli possono contenere link affiliati sui quali potrei ricevere una commissione sui prodotti che acquisterai in seguito ad un mio consiglio. In ogni caso per te il prezzo resterà uguale. Ti consiglierò sempre e solo prodotti di cui ho fiducia.


Finalmente è iniziata l’estate!!! Estate, ovvero tempo di vacanze, viaggi, nuove scoperte e… valigia da preparare!

Ecco i miei 10 consigli per preparare la valigia delle vacanze.

#1 Scegli la valigia considerando la meta, la durata e il luogo della tua vacanza.

Queste informazioni ti servono per valutare correttamente cosa portare e quanto spazio ti serve. Mare o montagna? Escursioni o relax al mare? Aereo o auto propria? Week end o doppia settimana?

Sono alcune delle domande da porti per farti un’idea non solo dell’abbigliamento da portare, ma anche degli accessori.

In ogni caso punta ad avere una valigia “leggera” in tutti i sensi. Tieni conto che quando torni dalla vacanza dovrai lavare e sistemare tutto, quindi meno roba equivale a meno fatica.

E poi viaggiare con poco carico ti aiuta ad essere molto più flessibile e dinamica.

Se viaggi in aereo dovrai tener conto delle limitazioni di peso e dimensioni, ma anche le auto non sono caricabili all’infinito! Scegli una valigia comoda e resistente e se viaggiate in più persone ti suggerisco di avere una valigia a testa, è il modo migliore per responsabilizzare tutti su cosa portare e quanto spazio occupare.

La mia valigia è una Samsonite formato cabina, rigida, color bordò. Nonostante le piccole dimensioni è molto capiente e la divisione degli spazi interni è proprio funzionale. La sto usando davvero tantissimo, sia per i week end sia per i soggiorni un po’ più lunghi. Non sono capace di trovarle un difetto se non il prezzo, se non me l’avessero regalata non penso che avrei speso così tanto per una valigia!

Ultimamente mi capita di fare dei piccoli viaggi (di lavoro purtroppo) e di star via solo un paio di giorni, siccome viaggio in aereo, sto pensando seriamente di acquistare lo zaino che vedo su tutti i social. Questo incredibile zaino ha le dimensioni giuste per non dover pagare il bagaglio a mano sulle compagnie low cost tipo rynair, ma è strutturato talmente bene da consentirti di portare davvero tutto il necessario.

L’hai provato?

#2 Scrivi una lista delle cose da portare e seguila man mano che prepari la valigia delle vacanze.

Il modo migliore per non dimenticare niente è compilare una lista di cose da portare. Scrivi tutto, anche i più piccoli dettagli, tipo un elastico per i capelli o il dentifricio. Sembra scontato, ma non sai quante volte ho dimenticato il pettine per i capelli.

Organizza la tua lista per categorie: abiti, accessori, beauty, medicinali, documenti. In questo modo sarà molto più semplice fare la lista e seguirla mentre prepari la valigia. Io ho trovato da tiger una lista comodissima già stampata in più fogli che devi solo staccare. Comodissima anche se ha un unico difetto, è scritta tutta in inglese!!!

Blocco con ceck list acquistata da Tiger, per non dimenticare niente!!!

Ti suggerisco di scrivere la lista al pc, così potrai aggiornarla, integrarla ogni volta che ti serve in base alle esigenze del viaggio che stai organizzando, senza dover ogni volta partire da zero. Stampa questa lista e tienila nel tuo home binder (se non sai cos’è un Home binder leggi questo post)

#3 Seleziona i capi e gli accessori che pensi di portare via e mettili tutti sul letto.

Il cuore dell’organizzazione della valigia sono i vestiti da portare. Devi fare un piccolo sforzo e immaginare giorno per giorno le attività che farai e di conseguenza portare gli abiti adatti. Puoi già creare degli outfit pensando alle diverse occasioni d’uso.

Scegli abiti e accessori intercambiabili, che stiano bene tra di loro e quindi facilmente abbinabili sia nei colori che nei tessuti. In pratica creerai una sorta di capsule collection per le vacanze!

Se non sai da dove iniziare puoi usare la regola del tre, ovvero 3 capi per ogni tipo di vestito. Scegli 3 pantaloni e gonne, 3 maglie, 3 maglioncini, 3 scarpe, 3 foulard ecc possibilmente che stiano bene tra di loro. Con questa semplice regola potrai creare infiniti outfit proprio mescolando infinite volte gli abiti tra di loro!!!

Siccome stai andando in vacanza scegli abiti che non si stropicciano e facili da lavare e asciugare, così li potrai lavare (se serve) senza preoccuparti di doverli stirare.

Per il mare scegli asciugamani in microfibra occupano pochissimo spazio, si asciugano velocemente e ce ne sono di bellissimi e colorati.

#4 Per guadagnare spazio nella valigia delle vacanze… arrotola!

Piegare i vestiti è diventata una vera e propria arte, sui youtube puoi trovare centinaia di tutorial che ti insegnano come piegare ogni tipo di indumento. C’è la tecnica del pacchetto, dell’arrotolamento ecc.

Devo ammettere che all’inizio ero un po’ scettica, poi mi sono decisa a provare e adesso non tornerei più indietro. I vestiti arrotolati occupano meno spazio, sono più facili da riporre e da riprendere. E poi si stropicciano molto meno, provare per credere!!!.

#5 Ottimizza le scarpe e le borse… e non dimenticare le infradito.

Le scarpe e le borse occupano tanto spazio nella valigia delle vacanze, quindi seleziona con cura quali portarti via e prova pensare se ti servono veramente tutte. Sei proprio sicura che se non hai le scarpe perfettamente abbinate anche in vacanza, se ne accorgerà qualcuno? O ti divertirai di meno?

Avvolgile in un sacchetto e riponile in fondo alla valigia, così capirai subito l’ingombro di spazio che richiedono. Se viaggi in aereo ed hai limiti di peso fai attenzione perché le scarpe pesano tanto!

#6 Beauty & Co …

Sei in vacanza, limita all’essenziale tutto il necessario per la tua beauty routine. Prediligi soluzioni multiuso, tipo shampoo e balsamo insieme, burro cacao colorato, ecc. e i formati travel.

Se viaggi con la famiglia ottimizza e scegli prodotti che vadano bene per tutti.

Io utilizzo un beauty piccolino e superorganizzato che occupa davvero pochissimo spazio e si può appendere in modo che una volta arrivati a destinazione è molto comodo da usare. Ti lascio il link.

Una soluzione davvero comoda e pratica da portare in viaggio sono i foglietti di detersivo da bucato. Sono dei veri e propri foglietti che inseriscono in lavatrice o si sciolgono nella bacinella se fai il bucato a mano. Sono comodissimi perchè in pochissimo spazio puoi portarti qualche foglietto per lavare all’occorrenza i capi sporchi. Io li ho acquistati su Amazon, nei negozi non sono riuscita a trovarli.

Lo stesso principio vale per i foglietti di sapone per lavare e disinfettare le mani.

#7 Tecnologia e cavi.

Anche in questo caso pensa all’essenziale, cosa ti serve davvero? Io ti suggerisco un organizzatore o una pochette dove tenere cavi e cavetti, power bank, una presa multipla (fondamentale se viaggi all’estero portarti un adattatore). Insomma raduna tutto ciò che è “tecnologia” in un unico posto in modo da avere tutto a portata di mano.

#8 Medicinali

Salvo che tu non vada in un posto isolato e lontano dalla civiltà, porta con te solo i medicinali essenziali. Un antidolorifico, un paio di pastiglie in caso di febbre, un antizanzare e qualche cerotto. Tutto il resto puoi comprarlo all’occorrenza.

#9 Usa dei sacchetti per dividere in categorie e organizzare tutti i capi.

Qualche anno fa ho acquistato questi sacchetti da Ikea che sono letteralmente meravigliosi! Comodi, pratici e soprattutto funzionali. Trovi tantissimi set anche su

Organizer da viaggio IKEA: comodissimi!!!!

Usare questi set di organizzatori da valigia ti permette di dividere i capi per tipologia e quindi di ottimizzare lo spazio, oltre che di proteggerli dalla polvere.

#10 Lascia uno spazio nella valigia delle vacanze per gli acquisti.

Ho imparato negli anni che è sempre meglio lasciare un po’ di spazio in valigia. Quando si torna non si sa perché ci vuole sempre più spazio. E poi sfido chiunque a tornare dalle vacanze senza un ricordino!


Se ti è piaciuto questo post potrebbero interessarti anche questi:

4 accessori indispensabili per organizzare il guardaroba

4 accessori indispensabili per organizzare il guardaroba

Siamo a inizio ottobre, l’autunno è appena iniziato ed è arrivato il momento di fare il noiosissimo cambio armadio. E allora, perché non approfittare di questo momento per rivedere l’organizzazione del tuo guardaroba?

In ogni stagione accumuliamo tante cose nell’armadio, vestiti nuovi, accessori, regali. E senza nemmeno renderci conto ci ritroviamo con una tantissime cose che non usiamo che però occupano tanto spazio.

Capita anche a te? Sono sicura che un po’ influenzata della moda, un po’ bisognosa di cambiamento, anche tu non hai più voglia di indossare alcuni capi che invece sono lì, proprio nel tuo guardaroba.

Il cambio stagione quindi è un ottimo momento per fare una riflessione sul tuo armadio e riorganizzarlo.

In questo post “Come organizzare il cambio armadio” ti ho raccontato alcuni trucchi per rendere il cambio armadio veloce e pratico.

Da qualche anno sono riuscita, anche usando la tecnica del guardaroba capsula, ad organizzare il mio armadio in modo molto funzionale. Dispongo di 2 ante abbastanza grandi, e una parte del contenitore del letto. Quindi ho creato 3 macro aree:

  • Un’anta dedicata al guardaroba stagionale: gli abiti che utilizzo nella stagione in corso con l’aggiunta di qualche capo evergreen tipo jeans e t-shirt. In questa parte dell’armadio ho a disposizione anche alcuni cassetti per intimo, abbigliamento da notte e capi sportivi.
  • La seconda anta dedicata alla “mezza stagione”, ovvero quei capi che vanno benissimo come transito da una stagione all’altra. Tipo maglioncini di cotone, trench, camicette, Abiti che in genere si usano in primavera ed autunno ma che all’occorrenza possono essere utili anche d’estate o inverno.
  • La zona alta dell’armadio e il contenitore del letto sono dedicati ai capi che non utilizzo nella stagione in corso perché sono strettamente estivi o strettamente invernali.

Questo tipo di organizzazione è davvero molto funzionale. Mi rende il cambio armadio velocissimo. Ma ci sono degli strumenti fondamentali per mantenere ordine e funzionalità nell’armadio. Non potrei fare a meno di questi 4 accessori indispensabili per organizzare l’armadio.

  1. Grucce
  2. Custodie vestiti
  3. Scatole
  4. Organizzatori

#1 Le grucce.

Il primo accessorio indispensabile per organizzare il guardaroba e tenerlo ordinato sono sicuramente le grucce. Ce ne sono di varie forme, dimensioni e materiali.

Ti suggerisco di sceglierle bene, adatte al tipo di capo che dovrai appendere. Altro suggerimento é di averle tutte uguali, almeno per tipologie di abiti, aiuterà a dare un senso di ordine visivo nel guardaroba.

Grucce più strutturate, ottime quelle in legno con la spallina più larga, sono perfette per i capospalla più importanti come cappotti e giacche. Sono perfette perché tengono il capo in forma.

Per ottimizzare lo spazio ci sono le grucce extra slim in velluto, sono molto sottili e il materiale con cui sono realizzate permette al capo di non scivolare. Secondo me sono comodissime soprattutto per camicette e t-shirt perchè riesci davvero ad ottimizzare lo spazio dell’armadio.

Io ne ho acquistato uno stock da Amazon e  mi trovo benissimo. Avevo paura che perdessero i pelucchi ed invece non ho mai riscontrato questo tipo di problema. Se scegli quelle che hanno la base puoi usarle anche per i pantaloni, ma onestamente lasciano un po’ il segno a metà gamba per cui io utilizzo quelle specifiche per pantaloni e gonne.

Va benissimo riciclare le grucce che ti lasciano in negozio relative agli abiti che hai acquistato, ma secondo me non è bellissimo vedere grucce di vari colori e forme nell’armadio.

#2 Le custodie

Il secondo strumento per tenere l’armadio organizzato e ordinato sono le custodie per abiti.

Sono fondamentali per custodire i capi della stagione non in corso, ma anche per riparare quelli che non usi molto di frequente. È incredibile come la polvere si insinui negli armadi per cui se hai abiti delicati o che non usi spesso puoi proteggerli con queste custodie. Le migliori secondo me sono quelle trasparenti perchè ti permettono di vedere cosa c’è all’interno.

Molto spesso riciclo quelle che mi danno in pulitura, sono molto leggere, ma vanno benissimo per proteggere gli abiti. E poi è un peccato buttarle via!

Il mio sogno sarebbe avere un armadio perfettamente coordinato con custodie e scatole dello stesso colore, ma la mia piccola anima green (e il mio portafoglio) mi impone di riciclare il più possibile quello che ho in casa.

#3 le scatole.

Il terzo strumento per tenere l’armadio organizzato e ordinato sono le scatole.

Le scatole vanno benissimo per il cambio di stagione. Puoi scegliere la dimensione in base al tipo di indumento che devi custodire. Io come sempre consiglio di sceglierle trasparenti in modo da sapere sempre che cosa contengono senza doverle aprire e senza particolari etichette.

Ma le scatole sono fondamentali anche per custodire gli accessori, tipo le cinture, i cappelli, le pochette ecc. le più funzionali sono quelle di forma quadrata o rettangolare perché sfruttano meglio lo spazio e sono impilabili facilmente. In genere io le tengo nella parte bassa del guardaroba.

#4 gli organizzatori

Il quarto strumento per tenere l’armadio organizzato e ordinato sono gli organizzatori. Ci sono dei prodotti studiati apposta per tenere in ordine alcune categorie di abiti / accessori.

Secondo me sono fantastici gli organizer per slip / calzini / reggiseni. Sono dei semplici contenitori suddivisi in piccoli scomparti studiati come dimensioni per il tipo di indumento che devono contenere.

Hai a disposizione uno spazio per ogni indumento e così tieni tutto in ordine e visibile. Occupano poco spazio e ti permettono di suddividere un grande spazio in altri più piccoli e funzionali.

Questi organizzatori hanno il super vantaggio di farti avere sempre sotto gli occhi tutto quello che hai, evitando che qualcosa finisca nascosto da altri indumenti. E a colpo d’occhio ti rendi conto se ti manca qualcosa.

Un altro organizer che trovo utilissimo è quello che ti permette di creare dei ripiani aggiuntivi. Ne ho uno perfetto per tenere le borse. Lo appendi all’asta dell’armadio e guadagni subito qualche ripiano da usare come meglio ritieni opportuno.

Poi ci sono gli organizer per le cinture, per i foulard, per i gioielli. Li puoi appendere sulla barra appendiabiti. Io non li amo molto, preferisco si gran lunga scatole e scatoline in cui tenere queste tipologie di accessori. 

Anche a te piace tenere l’armadio ordinato e organizzato? Che accessori indispensabili utilizzi per organizzare il tuo armadio?



Paola Bertoni

Ciao!

sono Paola, nella vita faccio la mamma, la moglie, la manager e … la blogger!

in questo spazio condivido idee e consigli per organizzare al meglio tempo e spazio. Vuoi sapere qualcosa in più? Continua a leggere